Il ventilatore

Fresco buffetto sulla guancia. Girandola impazzita, difesa dalla bianca grata. Dolce abbandono tra le tue azzurre ali. Occhi, piccoli cerchi, spirali d’argento, ti guardano spiccare il volo come un vecchio aereoplano. Sù, solleticando le nubi leggere, piroetti gioioso, lasciando la scia nel sereno chiarore dell’infinito. Irrompe una voce. Ridacchiano i sogni. Piccole gocce di gioia […]

Forse

Mi calo nella notte con la mia veste bianca. Non so, forse un angelo potrà liberare le stelle, tra schiere di drappi velati; filtrare l’aria, berla tra le mani di un sogno. Cancellare le ore ferite, restituire il sentore di vita tra queste strade imbrattate di cenere. Forse un angelo bacerà le nostre fronti… potremo […]

Soldato

La battaglia incombe ad est: sei stanco! Le tue scarpe hanno raccolto la polvere e le lacrime del vento. Mentre riposi sotto ad un albero ferito, tendi le braccia al cielo; magiche le tue mani accarezzano i suoi veli. Ora dormi, povero guerriero dal cuore ingabbiato. Hai lasciato nel tempo, i tuoi occhi di bimbo. […]

Rinascere e poi… (Adolescenza)

La notte mi tesseva l’abito a lutto ma una stella, aprì le porte del cielo e discese su di me per vestirmi a festa. La tua nave vidi avvicinarsi al mio porto. Il mio mare divenne specchio per le tue luci, sempre più luminose. Vidi la tua ancora abbandonarsi tra i fondali, troppo bassi e […]

da “Two Poems”

… atterrito di nuovo di non amare di amare e non te di essere amato e non da te di sapere di non sapere  fingendo fingendo io e tutti gli altri che ti ameranno se ti ameranno da Samuel Beckett, Poesie in inglese, Giulio Einaudi editore, Torino  1971