used to do/ used to doing?

Confesso che un tempo … I used to speak  poor English (parlavo male l’inglese) Questo è il primo caso: used to do indica qualcosa che qualcuno faceva o che succedeva una volta, nel passato, e ora non più. When I was young I used to swim every day (quando ero giovane nuotavo ogni giorno, ero solito …, […]

Mini lesson. Shall

SHALL è un verbo molto usato ma semplice, e quindi simpatico. Si usa molto nelle domande: Shall I go? What shall we do? Sempre con il soggetto io o noi, come per chiedere il parere di qualcuno. Esempi: Shall I go (vado?, devo andare? Che ne dici, me ne vado?); What shall we do this evening ? (che […]

mini-lessons

Come si dice come in inglese? Ma l’abbiamo già detto! Eh, non basta. C’è come interrogativo e c’è come esclamativo: how. Andiamo per esempi e… occhio alla cosiddetta costruzione (word order = ordine delle parole): se la frase non è interrogativa diretta, il soggetto deve precedere il verbo! How are you? How is it going? […]

Mini lesson 1

Come si dice come in Inglese? Come come? Come preposizione, come congiunzione, come cosa? Eh! facciamo degli esempi! Ok ! You are like your mother. I’d love a car like yours.. Sei come tua madre. Mi piacerebbe una macchina come la tua (come preposizione) Do as I say! Fa’ come dico io. When in Rome, […]

Lo sapevate?

La parola privacy è ormai di uso comune in tutte le lingue tanto che gode di una pronuncia /praivasi/ quasi corretta, ma se qualcuno dice /privasi/ non mostrate sorpresa o, peggio, scandalo. La pronuncia corretta in Inglese britannico è proprio la seconda, anche se ormai tutti – proprio tutti – pronunciano alla americana.

Self-control

Ormai nel linguaggio comune,  anche se autocontrollo mi sembra un’ottima alternativa, self-control rimane pur sempre inglese. La pronuncia italiana suona comunque diversa dalla corretta pronuncia inglese, ma l’accento possiamo metterlo al posto giusto.  Dove? Sulla seconda “o”! Ascoltate: US /ˌself·kənˈtroʊl/  

Resilient

Come si pronuncia? Cosa vuol dire? Il significato di questo aggettivo in linguaggio tecnico e scientifico (per es. in medicina, o psicologia) può giustificare l’inglesismo. Significa appunto “che si riprende rapidamente dopo malattia, sventura, depressione, ecc” oppure “che riprende la forma originale dopo stiramenti, compressioni, piegamenti…” Tuttavia nel linguaggio comune l’italiano ha una vasta gamma […]

Beggiare… che vuol dire?

Cito a memoria da un Telegiornale del 22 febbraio: “Più di 50 dipendenti beggiavano, anche per altri, per poi uscire dall’ingresso di servizio e andare a fare commissioni, o a trovare la madre, eccetera e rientrare dopo dallo stesso ingresso …” Beggiavano? Sì! Che vuol dire? Vuol dire timbravano il cartellino. Già, perché in inglese […]

Performance

La parola performance è diventata di uso comune in Italia. Forse per pigrizia? Sì perché sostituisce molte parole italiane (prestazione, esibizione, prova, rendimento…) nei diversi contesti, ma la pronuncia “italiana” (pérformans) è abbastanza sgradevole ai più. La parola esiste anche nella lingua francese e qui allora l’accento è sulla a! Ma la pronuncia più corretta […]

Pronuncia management

L’inglese si parla in quasi tutto il mondo, ma suona “diverso” se a Londra o a San Francisco, a Belfast o a Bombay, a Berlino o a Milano… ma qualche errore più evidente si può correggere  facilmente. La parola management, che è ormai entrata nell’uso comune, va detta con l’accento tonico sulla prima sillaba. Ascoltate UK […]