Il fantoccio di pezza

“Claudia, vieni a vedere cosa ho trovato!”
Lasciai a malincuore il dolce tepore del camino. Nel
granaio, mia sorella Emma, sorreggeva un vecchio
fantoccio sdrucito.
Mancava poco alla quaresima.
Decidemmo di fare uno scherzo al babbo.
Da un baule, tirammo fuori una camicia di flanella e dei
calzoni di fustagno. “Che meraviglia!” Gli occhi di Emma,
brillarono.
Il cigolio della bicicletta del babbo, ci sorprese.
In fretta, lasciammo cadere il fantoccio.
Entrando, egli, trasalì.
La verità, stemperò il nostro stupore.
Ci raccontò di suo fratello, ritrovato così accovacciato,
vittima dell’ultima guerra.
Lo abbracciammo. I suoi capelli, odoravano di cedro.

2344total visits,28visits today