La signora Clarissa

Bella ed elegante la signora Clarissa.
Ogni mattina, amava far colazione nella prestigiosa caffetteria del centro.
Pregevole fragranza di caffè, tintinnii di tazze tra i raffinati arredi del locale.
Quanta bella gente! Il conte, il cavaliere Rossetti: baciamano d’obbligo a Clarissa.
Era tardi, la donna uscì dal locale. Seduto su di un vecchio borsone, c’era Peter, musicista senza dimora.
“Che disgusto!” Pensò, prima di ritrovarsi a gambe in aria in un fossato. “Aiuto!” I suoi estimatori, frettolosamente, le passarono accanto.
Improvvisamente, due occhi azzurri apparvero dall’alto.
Peter, le tese la mano. Clarissa, l’afferrò.
Arrossendo, abbassò lo sguardo.

7536total visits,8visits today

4 pensieri su “La signora Clarissa”

Lascia un commento