Nerone

img-20151002-wa0000-1

Quel giorno, non fu un incontro… ma uno scontro. Sobbalzai per lo spavento:sembrava una pantera.
Era un bel gattone, dal mantello, terribilmente nero e lucente. I suoi occhi dorati, avevano qualcosa d’inquietante. Fui travolta da quel magico sguardo: Nerone, mi conquistò all’istante.
Sovente, lo sbirciavo dalla finestra. Poi, giù per le scale ad offrirgli da mangiare. Fusa, carezze, pensai: “Questo ormai, è il mio gatto!” Ma… infedele d’un felino… lo vidi assieme alla vicina mentre, degustava un bocconcino.
L’indomani, lo vidi laggiù, inerte, sul ciglio della strada.  Piansi. Mi dissero: “È soltanto un anima… le”.

 

1541total visits,3visits today

Lascia un commento