Il mio paese

browser_iconIl mio paese è una pianura… sull’estrema cima di una montagna, è un mare profondo… fatto di deserto.
È un matrimonio di voci assordanti e ostili,
di volti stanchi e rassegnati.
Il mio paese ha un conflitto perenne,
in bilico tra il bene e il male.
È un veleno sottile che disturba
coscienze lontane.
Basta non guardare, non sentire… tutto scompare.
Il dolore resta, si riversa tra viottoli,
nugoli di case;
lungo i fiumi incolori e malsani, nell’aria,
dove si perdono suoni dalle note stropicciate,
incuranti di tal squallore.
Il mio paese è l’inferno!
All’orizzonte,
forse laggiù… il paradiso.

944total visits,2visits today

Lascia un commento